Pensare a fumetti, tra fiction e non – Seminario all’Accademia di Belle Arti di Napoli

Il linguaggio del fumetto si muove da sempre in un orizzonte complesso, che è poi il medesimo orizzonte all’interno del quale si muove l’antica tradizione delle arti visive e, in particolare, del disegno (della possibilità di una narrazione “lineare” per immagini). È ormai acclarato che non si può più parlare di fumetto in termini di puro intrattenimento né solo come di una nuova forma d’arte, perché le ultime frontiere di questa pratica ci stanno mostrando che essa è una vera e propria forma di conoscenza o, se si vuole, uno sbocco possibile che al versante cosiddetto teorico viene fornito da una modalità di pensiero per immagini ovvero narrazione visiva di pure astrazioni – con tutto ciò che ne consegue in termini di frizioni tra statuti disciplinari e metodologie fino a oggi (apparentemente) incompatibili. Scopo di questo seminario sarà quello di indagare l’universo del fumetto a partire dal ripensamento delle sue condizioni costitutive, del suo destino d’uso, delle sue prospettive eretiche.

Il seminario si svolgerà nell’Accademia di belle Arti di Napoli, martedì 29 aprile 2014, due giorni prima della kermesse Napoli Comicon, che si svolgerà, in Napoli, dal 1 al 4 maggio 2014. La data è martedì 29 aprile, dalle 15.00 alle 18.00.

Gli organizzatori e referenti sono i docenti dell’Accademia di Belle Arti di Napoli Proff. Dario Giugliano e Mario Punzo.

Parteciperanno:

Alfredo Castelli sceneggiatore Sergio Bonelli Editore
Paolo Fabbri semiologo (IULM Milano)
Giulio Giorello filosofo, matematico, epistemologo (Università Statale di Milano)
Sergio Brancato sociologo (Università di Napoli “Federico II”)
modereranno Dario Giugliano e Mario Punzo