Descrizione Progetto

In quel meraviglioso film di John Ford che è L’uomo che uccise Liberty Valance, un personaggio sentenzia: “Qui siamo nel Westo, dove se la leggenda diventa realtà… vince la leggenda”. Che frase memorabile! In una battuta, Ford ci spiega il mondo, il nostro mondo “agghindato” di modernità, dove dietro l’apparente trionfo della realtà (qualunque cosa questa parola voglia dire) si celano ancora le seduzioni della leggenda e le logiche del mito. Cos’è la leggenda? La leggenda è la sostanza di cui è fatto l’immaginario. È la Terra di Mezzo tra l’effervescenza dei racconti popolari e è rigore metodologico della Storia. Se volessimo rintracciarne l’etimologia, riandremmo al latino “leggenda”, ovvero qualcosa degno d’esser letto, di essere valorizzato attraverso la scrittura. Ma in realtà la leggenda costituisce il trionfo dell’oralità, della narrazione corpo a corpo, emozione a emozione. Essa vive nella volatilità delle parole e delle immagini, che trasportano le cose nelle prospettive sublimi del ricordo. Le leggende che abbiamo scelto – senza altro criterio che il puro piacere di creare immagini – in questo calendario 2012 sono proprio le emozioni che emergono dalla nostra memoria. Esse appartengono all’immaginario legato al sistema del fumetto, del cinema, della televisione. Leggende che fanno parte della nostra storia individuale e collettiva, leggende che narrano la storia profonda della vita quotidiana, i suoi turbamenti, le sue speranze: l’autobiografia sentimentale di un’epoca. Anche per noi, dunque, come in quel vecchio magnifico film di Ford, a vincere è la leggenda.

Sergio Brancato
Docente del corso di Sceneggiatura della Scuola Italiana di Comix

La leggendaria Scuola Italiana di Comix vi augura un favoloso 2012: Mario Punzo – Vittoria Vitta Potocnjak – Pasquale PAKO Massimo – Giuseppe ‘bBox Boccia – Gianluca Cestaro – Andrea Scoppetta – Lorenzo Ruggiero – Fabrizio Fiorentino – Italo Mattone – Steve Boraley – Marilina Ricciardi – Luca Russo – Marco Gasperetti – Ivan Cappiello – Andrea Chella – Sergio Brancato – Barbara Ciardo – Italo Sannino – Maria Teresa Renzulli – Mario Testa.